1 novembre 2022  

EM227: Corso IBITA livello avanzato: “Inquadramento clinico e riabilitazione del paziente affetto da Malattia di Parkinson: i fondamenti della terapia individuale secondo il Concetto Bobath”

Un numero sempre crescente di studi scientifici testimonia l'efficacia del trattamento riabilitativo nel rallentare il peggioramento dei sintomi motori della Malattia di Parkinson. Questo porta ad un immediato miglioramento della qualità di vita del paziente parkinsoniano e ad una minore necessità di incrementare, a breve-medio termine il dosaggio farmacologico.

I sintomi motori più evidenti per questa categoria di pazienti sono a carico della parte assiale del corpo che sostiene la base posturale per il movimento degli arti e i trasferimenti nello spazio e risultano determinanti nel limitare la funzionalità e l’autonomia nelle ADL.
La letteratura scientifica recente indica le caratteristiche del percorso riabilitativo per i pazienti parkinsoniani che dovrebbe essere: precoce, aerobico, goal-based, cognitivo, intensivo, multidisciplinare. Alcuni approcci e protocolli sono stati definiti e riconosciuti efficaci nella gestione dei sintomi motori della Malattia di Parkinson. Anche l’approccio riabilitativo secondo il Concetto Bobath offre una cornice di riferimento adeguata all’inquadramento e al trattamento delle problematiche posturali e motorie del paziente parkinsoniano e alla pianificazione di un trattamento specifico e individualizzato basato sulle attuali evidenze.

Il concetto Bobath infatti può essere definito un approccio problem solving rivolto alla valutazione e al trattamento di persone con disturbi del movimento, del controllo posturale e della funzione, causati da una lesione del sistema nervoso centrale. Questo approccio alla riabilitazione dell’adulto con danno neurologico centrale origina dal lavoro di Berta e Karel Bobath e si è evoluto nel corso degli ultimi 60 anni. Il razionale per la sua applicazione affonda le radici nelle attuali conoscenze neuroscientifiche relative al controllo motorio, all’apprendimento motorio, alla plasticità neurale e muscolare e nelle attuali conoscenze biomeccaniche.

Obiettivi specifici:

- Promuovere l’approccio evidence based basato su una letteratura aggiornata
- Capire il ruolo dei Nuclei della Base nel controllo motorio e nell’apprendimento motorio e la patofisiologia della Malattia di Parkinson
- Definire le problematiche posturali e motorie del paziente parkinsoniano
- Sviluppare l’osservazione clinica per identificare le problematiche posturali/locomotorie/motorie del paziente affetto da Malattia di Parkinson come base per l’inquadramento diagnostico-funzionale e il ragionamento clinico
- Acquisire tecniche di facilitazione (manuale, verbale e ambientale) per sostenere il recupero funzionale e minimizzare le strategie compensatorie in questa categoria di pazienti
- Sviluppare la riflessione per la strutturazione di un trattamento neuromotorio individualizzato, goal-oriented, intensivo, aerobico
- Comprendere l’importanza dell’approccio multidisciplinare per la gestione delle problematiche motorie e non motorie
- Affinare la manualità e implementare la competenza tecnica ad un livello avanzato
- Sostenere il confronto e la discussione tra partecipanti e docenti e allenare il ragionamento clinico

In collaborazione con:


24 Posti

Destinatari

Medici, Fisioterapisti, Terapisti Occupazionali
920,00 €

Pagamento

  • Acconto 490,00 € entro 7 giorni dall'iscrizione
  • Saldo 430,00 € entro il 20 maggio 2022
Totale: 920,00 €
40 Ore

Calendario

01-05 Novembre 2022
50 RICHIESTI ECM

Lingua

Italiano, Inglese con traduzione consecutiva in italiano

Iscriviti!

PROGRAMMA

Prima giornata

8.30-9.00 Registrazione dei partecipanti e obiettivi del corso
9.00-10.00 Lezione: “Neurofisiologia dei Nuclei della base”
10.00-11.15 Lezione: “La Malattia di Parkinson: aspetti clinici e basi scientifiche della riabilitazione”
11.00-11.15 Coffee break
11.15-12.30 Valutazione e trattamento del paziente A da parte delle docenti in sessione collettiva
12.30-13.00 Sintesi del ragionamento clinico e discussione
13.00-14.00 Pranzo
14.00-15.30 Trattamento dei pazienti da parte dei partecipanti al corso con supervisione delle docenti
15.30-15.45 Coffee break
15.45-17.30 Laboratorio 1 - I disturbi della verticalità nei pazienti parkinsoniani: il riallineamento in stazione come primo approccio terapeutico e valutativo
17.30-17.45 Sintesi della giornata, ultime domande e discussione.

 

Seconda giornata

9.00-11.00 Lezione: “Problematiche cliniche nella malattia di Parkinson e implicazioni per la terapia riabilitativa”
11.00-11.15 Coffee break
11.15-12.30 Valutazione e trattamento del paziente A da parte delle docenti in sessione collettiva
12.30-13.00 Sintesi del ragionamento clinico e discussione
13.00-14.00 Pranzo
14.00-15.30 Trattamento dei pazienti da parte dei partecipanti al corso con supervisione delle docenti
15.30-15.45 Coffee break
15.45-17.30 Laboratorio 2 - Le problematiche del controllo antigravitario del sistema anca-pelvi e strategie compensatorie per gestire la relazione COM-BOS: proposte terapeutiche
17.30-17.45 Sintesi della giornata, ultime domande e discussione.

 

Terza giornata

9.00-10.00 “Case reports” e discussione
10.00-11.00 Esempi per la strutturazione dell’aspetto intensivo e aerobico del programma riabilitativo
11.00-11.15 Coffee break
11.15-12.30 Valutazione e trattamento del paziente B da parte delle docenti in sessione collettiva
12.30-13.00 Sintesi del ragionamento clinico e discussione
13.00-14.00 Pranzo
14.00-15.30 Trattamento dei pazienti da parte dei partecipanti al corso con supervisione delle docenti
15.30-15.45 Coffee break
15.45-17.30 Laboratorio pratico 3 - Le problematiche del controllo antigravitario del tronco superiore e del sistema collo-testa: implicazioni sul controllo posturale e proposte terapeutiche
17.30-17.45 Sintesi della giornata, ultime domande e discussione.

 

Quarta giornata

9.00-11.00 Laboratorio 4 - La fissazione degli arti superiori e relative implicazioni sul cammino e sulla perdita di destrezza: strategie di fronteggiamento
11.00-11.15 Coffee break
11.15-12.30 Valutazione e trattamento del paziente B da parte delle docenti in sessione collettiva
12.30-13.00 Sintesi del ragionamento clinico e discussione
13.00-14.00 Pranzo
14.00-15.30 Trattamento dei pazienti da parte dei partecipanti al corso con supervisione delle docenti
15.30-15.45 Coffee break
15.45-17.30 Laboratorio 5 - Allenare le transizioni posturali: aspetti critici del passaggio in piedi-seduto-supino-sul fianco e ritorno. Proposte terapeutiche
17.30-17.45 Sintesi della giornata, ultime domande e discussione.

Quinta giornata

9.00-11.00 Laboratorio 6 - Analisi delle principali problematiche locomotorie del paziente parkinsoniano (sbilanciamento anteriore, primo passo, freezing) e strategie di fronteggiamento
11.00-12.30 Valutazione e trattamento del paziente B da parte delle docenti in sessione collettiva e discussione
12.30-13.30 Pranzo
13.30-15.00 Trattamento dei pazienti da parte dei partecipanti al corso con supervisione delle docenti
15.00-16.15 Laboratorio 7 - La coordinazione della catena multicinetica per la verticalità nelle attività locomotorie complesse: passo posteriore, cambi di direzione e proposte terapeutiche
16.15-16.45 Prova ECM, consegna dei certificati e conclusione del corso

 

EDUMED COLLABORA CON: